L’UOMO DI FRONTE AL MISTERO. NAGAI, INCONTRO DI DUE ESPERIENZE RELIGIOSE

OSPITI

  • Luciano Mazzocchi, Missionario saveriano in Giappone, promotore del dialogo Vangelo e Zen, Cappellano per la comunità giapponese di Milano
  • Wakako Saito, Docente di Lingua e Cultura Italiana, Religione e Dignità dell’uomo all’Università Aichigakuin di Nagoya, Giappone. In occasione dell’incontro proiezione della video-intervista a Paul Glynn, Autore del Libro Pace su Nagasaki
  • Paola Marenco, Associazione Medicina e Persona

IL TEMA

Takashi Paolo Nagai è medico radiologo a Nagasaki prima e dopo la tragedia di quella Bomba Atomica che, per un errore nella identificazione del bersaglio, ha devastato proprio quella parte della città che ha una storia di 400 anni di cristianesimo, ricca di santi e di martiri. Attraverso un personale percorso e una ricercata povertà di spirito Nagai legge un significato sacro in questo olocausto e, diventando lui stesso Annuncio incontrabile di speranza e di Pace, aiuta il suo popolo a ritrovare la bellezza dell’essere vivi e quindi a ricostruire.

La mostra offre al visitatore la possibilità di ripercorrere la vita di questo medico straordinario interrogandosi sulla propria, ma consente anche di scoprire quelle due preziose (e a noi sconosciute) tradizioni di cui Nagai è figlio: la millenaria tradizione Giapponese Shintoista e Buddista e quella di quei Cristiani che, evangelizzati nel XVII secolo dai Gesuiti, hanno dato migliaia di martiri e, nascosti e senza sacerdoti per più di 200 anni, hanno saputo conservare la fede e tramandarla ai loro figli per la grazia del battesimo e della loro unità. Il dottor Nagai, diventato positivista negli studi, ha però conservato una ragione così aperta da lasciarsi interrogare dall’esperienza dell’ultimo sguardo della madre morente. L’incontro con Midori, incredibile Violaine giapponese, e la sua famiglia cristiana lo ha poi accompagnato a diventare un uomo nuovo col Battesimo e al compimento della sua vita professionale e umana. Per questo è già diventato compagno di cammino anche per noi.

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!